Libertà di sapere come

 

 

   


Guida alla procedura PGD

 

.

.

 

  Fasi 1 & 2: sottoregolazione;

 

.

 

  stimolazione del ciclo ormonale naturale femminile

 

.

 

  Fase 3: prelievo degli ovociti

 

.

 

  Fase 4: fertilizzazione

 

.

 

  Fase 5: selezione degli embrioni

 

.

 

  Fase 6: trasferimento degli embrioni

 

.

 

  Fase 7: supporto post-trattamento e gravidanza

 

 

 

Fasi 1 e 2
sottoregolazione e stimolazione del ciclo ormonale
naturale femminile.

La disponibilità di più ovociti è essenziale: in questo modo, i nostri embriologi riusciranno a fertilizzare un certo numero di ovociti con lo sperma del partner prima della predeterminazione del sesso, e impiantare l'embrione scelto nell'utero della donna.

 

1. Eseguiamo innanzitutto la sottoregolazione degli ormoni naturali della donna, mediante l'uso di uno spray nasale per 14 giorni. Questa procedura disattiva il rilascio di ormoni che di norma stimolano le ovaie. Il trattamento con lo spray nasale dovrà iniziare al ventunesimo giorno del ciclo mestruale, e dovrà continuare per 14 giorni. Questo trattamento è seguito da una visita medica, un'analisi del sangue o un'ecografia alla fine del periodo mestruale, utilizzando lo spray per assicurarsi dell'avvenuta sottoregolazione.

 

2. Inizia la fase di stimolazione, in cui vengono somministrate iniezioni sottocutanee di gonadotropina umana (l'ormone preposto alla maturazione degli ovociti), per un periodo che varia da 10 a 14 giorni. In questo modo si stimoleranno le ovaie a produrre un numero di follicoli ovarici. Una serie di ecografie aiuta a determinare la velocità di crescita follicolare in ciascuna ovaia, mentre ulteriori esami del sangue possono essere realizzati per confermare lo sviluppo follicolare.

 

3. Dopo 10 o 11 giorni, viene somministrato un diverso tipo di ormone per completare il processo di maturazione del follicolo e preparare i follicoli al prelievo degli ovociti. Questa è l'ultima fase del trattamento compiuta prima del trasferimento della coppia in una delle nostre cliniche associate all'estero per effettuare le fasi finali del trattamento.

 



Fase 3: prelievo degli ovociti

Questa semplice procedura viene effettuata nell'arco di 30-40 minuti, di norma in anestesia locale, utilizzando il recupero transvaginale dell’ovocita mediante ecografia. Questa tecnica fornisce immagini ad alta definizione sul monitor di uno scanner, in modo da assicurarne l'estrema precisione. La procedura consiste nell'aspirare il fluido da ciascun follicolo utilizzando una sonda vaginale ed un ago. Il contenuto di ciascun follicolo viene passato direttamente all'embriologo, che lavora in un laboratorio adiacente. Una volta trovato ciascun ovocita, il ginecologo passerà al prossimo follicolo maturo - di norma vengono aspirati 6 follicoli da ciascuna ovaia, che produrranno circa 12 ovociti.

 


Fase 4: fertilizzazione

Una volta prelevati gli ovociti, verrà preparato con estrema cura un campione di sperma del maschio, prima di utilizzarlo nell'iniezione spermatica intracitoplasmica (ICSI) o nelle procedure standard di inseminazione in vitro (IVF), per conferigli il tasso di fertilizzazione più elevato possibile. Gli ovociti fertilizzati, ora noti come embrioni, si lasciano sviluppare fino a quando raggiungono lo stadio di 8-16 cellule.

 

 

 

Fase 5: selezione degli embrioni

In genere, entro 3-4 giorni dalla fertilizzazione, i nuovi embrioni avranno raggiunto uno stadio sufficiente di sviluppo tale da consentire al team di embriologi di distinguere il sesso dei singoli ormoni con la diagnosi PGD. Il nostro obiettivo è quello di sostituire 2 o 3 embrioni del sesso scelto dalla coppia nell'utero della donna.

 


Fase 6: trasferimento degli embrioni

Il momento più atteso dalle coppie è quello in cui gli ormoni vengono trasferiti dal laboratorio all'utero, mediante un catetere estremamente sottile. La procedura è rapida ed indolore. La cervice (o collo dell'utero) viene visualizzata passando uno speculum nella vagina, prima dell'introduzione della punta del catetere nell'utero attraverso il canale cervicale. Per verificare che la punta del catetere si trovi nella migliore posizione possibile all'interno dell'utero, viene spesso utilizzata un'ecografia addominale. Infine, quando il ginecologo ha individuato la posizione ottimale, gli embrioni vengono delicatamente trasferiti mediante la siringa, inserendosi nella parete uterina.


Dopo il trasferimento dell'embrione, e un breve periodo di riposo, la donna è pronta a riunirsi al suo partner, nell'attesa di una gravidanza dall'esito felice.


Una delle domande più frequenti è: "In che modo posso massimizzare la possibilità di impianto degli embrioni?" La risposta è realistica: si può fare molto poco. Si consiglia, comunque, di evitare di sollevare oggetti pesanti, l'attività fisica troppo energica oppure di eseguire estenuanti lavori di pulizia in casa durante la settimana dopo il trasferimento degli embrioni. La donna dovrebbe, naturalmente, evitare le situazioni che provocano stanchezza o stress; tuttavia, in circostanze normali, potrà riprendere una vita piena ed attiva e anche tornare al lavoro, se lo ritiene opportuno.

 



Fase 7: supporto post-trattamento e gravidanza

Dopo il prelievo degli ovociti, alla donna viene somministrata una terapia a base di progesterone, un ormone che nutre la parete uterina e favorisce l'impianto degli embrioni nell'utero. Questo trattamento prosegue per circa cinque o sei settimane dopo il trasferimento degli embrioni, ma non è raro il caso in cui il livello di quest'ormone deve essere mantenuto fino alla dodicesima settimana di gravidanza circa, quando la funzione di supporto ormonale viene assunta dalla placenta.

 

Nella maggior parte delle gravidanze conseguenti a diagnosi PGD, non vi sarà bisogno di altro, oltre al monitoraggio prenatale di routine, normalmente fornito dai servizi sanitari della località di residenza della coppia. In ogni caso, il nostro interessamento non si interrompe quando la coppia lascia Rainsbury Gender Services dopo un trasferimento di embrioni riuscito. Chiediamo, infatti, a tutte le coppie di mantenersi in stretto contatto con noi e di chiamarci immediatamente se esiste motivo di preoccupazione o si verificano difficoltà. La gravidanza può causare una serie di effetti collaterali, e nessuna gravidanza è identica all'altra. Le situazioni preoccupanti sono sempre affrontate in modo rapido ed efficace; tuttavia, se, in qualsiasi momento, per una coppia, si dovesse verificare una situazione difficile riguardante qualsiasi aspetto della gravidanza, faremo in modo da visitare la coppia quasi subito, il più vicino possibile, ed eseguiremo tutti i test e le visite necessari. Qualora richiesti, possono essere predisposti visite prenatali e parto.

 

Poiché questo programma utilizza tecniche embriologiche e di concepimento assistito già usate in tutto il mondo da molti anni, i rischi e le complicazioni associati sono pochi, e non gravi. In ogni caso, come del resto avviene per ogni altra procedura chirurgica, esistono lievi rischi connessi ad infezioni, oltre al rischio, peraltro infrequente, di gravidanze ectopiche o multiple, aborto spontaneo, ed iperstimolazione ovarica. Quest'ultimo caso si verifica quando le ovaie rispondono in modo eccessivo ai farmaci, e richiede l'interruzione del trattamento. Poiché le pazienti sono attentamente seguite durante l'intero trattamento e la gravidanza, il rischio di complicazioni è comunque molto ridotto. Chiediamo solo di essere informati se si verifica un evento che desta preoccupazione, anche se apparentemente insignificante.

Chi si sottopone al trattamento può avere la certezza assoluta del fatto che il nostro unico obiettivo è quello di far nascere un bambino sano e normale, del sesso desiderato dai genitori.



Per informazioni più dettagliate fare clic qui fper ottenere una copia della guida completa da scaricare e stampare per riferimento futuro.

Per leggerla, scaricare Adobe Reader
Per una guida completa dei prezzi, compilare il nostro modulo informazioni online

UK callers Tel 0800 545685
For callers from outside the UK +44 20 3608 4426

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

. torna a inizio pagina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

. torna a inizio pagina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

. torna a inizio pagina

 

 

 

 

 

 

 

 

. torna a inizio pagina

 

 

 

 

 

 

 

. torna a inizio pagina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

. torna a inizio pagina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

. torna a inizio pagina